Terms of service

PROPOSTA DI CONTRATTO DI PACCHETTO TURISTICO

Ai fini dell’adempimento alle disposizioni dell’art. 36 del Codice del Turismo

La Holidays and bike srls (C.F./P.Iva 03938180134), in persona del legale rappresentante pro tempore con sede legale in Guanzate (22070 – CO) Via Monte Bisbino n. 16, in qualità di tour operator e agente di viaggio, (di seguito “Organizzatore”) attraverso i seguenti Termini e Condizioni costituisce il Contratto di pacchetto turistico tra l’Organizzatore ed il Viaggiatore, che deve intendersi applicato a qualsiasi pacchetto turistico venduto da Holidays and Bike Srls.

Premesso che

  1. a) Il Viaggiatore è stato informato che il presente contratto è regolato dall’art. 34 comma 1 del Codice del Turismo, da intendersi qui integralmente richiamate e trascritte, ove non espressamente derogate dalle diverse indicazioni contenute nella presente (art. 35, commi 1 e 2, Cod. Tur);
  2. b) il Viaggiatore dichiara di avere preso visione del pacchetto offerto oggetto della presente proposta;
  3. c) il Viaggiatore dichiara di conoscere ed accettare espressamente le condizioni generali e la scheda tecnica specificatamente riportate nel sito web dell’Organizzatore;
  4. d) il viaggiatore dichiara di riconoscere che il contratto si intenderà concluso per effetto dell’accettazione da parte dell’Organizzatore della presente proposta

Tutto ciò premesso,

Si Stipula E Si Conviene Quanto Segue

1 Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente contratto.
2 Informazioni generali

2.1 Il Viaggiatore ha preso visione sul sito web di tutte le informazioni essenziali sul pacchetto prima della conclusione del presente contratto. In particolare: destinazione/i del viaggio; itinerario; alloggio; date e numero notti di soggiorno; ubicazione e classificazione; pasti forniti; visite, escursioni o altri servizi inclusi nel prezzo totale pattuito del pacchetto; numero minimo partecipanti; recesso ex art. 41, comma V, lett. a) Cod. Tur.; prezzo totale; modalità di pagamento;

2.2 Penali da recesso standard (art. 41, comma 2 Cod. Turismo):

– 50% del prezzo totale da 16 fino a 30 gg dalla partenza;

– 100% del prezzo totale 0 fino a 15 gg dalla partenza;

2.3 Coperture Assicurative: E’ fortemente raccomandata la sottoscrizione di una polizza personale di RC e Infortuni, specie per i partecipanti provenienti dall’Estero stipulata secondo le normative del proprio Paese d’origine. È altresì fortemente consigliato stipulare polizze assicurative di viaggio a copertura dei costi di recesso, o di assistenza, compreso il rimpatrio in caso di infortunio, malattia e morte.

3 Obbligo di prestare assistenza

3.1 L’Organizzatore deve prestare adeguata assistenza senza indebito ritardo al Viaggiatore in difficoltà. Assistenza può significare fornire adeguate informazioni sui servizi sanitari, autorità locali, assistenza consolare qualora il tour si tenga all’estero. L’assistenza concerne altresì l’aiuto ad effettuare comunicazioni e distanza e aiutare il Viaggiatore a trovare modalità alternative di viaggio.

3.2 L’organizzatore potrà addebitare una ragionevole tariffa per tale assistenza qualora il problema fosse intenzionalmente causato dal Viaggiatore o per negligenza dello stesso.

3.3 Vi è sempre almeno un soggetto supervisore responsabile della corretta esecuzione di tutti i servizi turistici inclusi nel contratto.

3.4 Al Viaggiatore viene comunicato un numero telefonico di emergenza o i dati di un punto di contatto attraverso cui raggiungere l’Organizzatore.

3.5 Se, dopo l’inizio del tour, elementi sostanziali dello stesso non possono essere forniti secondo quanto pattuito, H&B si impegna a formulare al Viaggiatore idonee soluzioni alternative.

4 Trasferimento del pacchetto di viaggio a un altro viaggiatore

4.1. Il Viaggiatore può, dopo aver dato all’Organizzatore un ragionevole preavviso per iscritto prima dell’inizio del pacchetto, trasferire il contratto di viaggio tutto compreso a una persona che soddisfi tutte le condizioni applicabili a tale contratto (ad es. Visto, passaporto, certificati sanitari, assicurazioni, ecc.). La comunicazione deve essere data al più tardi sette giorni prima dell’inizio del pacchetto. Si informa il Viaggiatore che qualsiasi sostituzione è subordinata alla possibilità per l’Organizzatore o i suoi fornitori di fornire gli stessi servizi o altri servizi come conseguenza della sostituzione.

4.2 Il cedente e il cessionario sono congiuntamente responsabili della copertura di tutti i costi, inclusi eventuali costi amministrativi e operativi relativi all’elaborazione della sostituzione.

4.3. L’Organizzatore deve comunicare al cedente tutti i costi del trasferimento, che non possono essere irragionevoli o eccedere le spese effettivamente sostenute dall’Organizzatore in conseguenza della sostituzione.

4.4 Se il Viaggiatore richiede la variazione di un elemento contrattuale o di un servizio turistico già confermato, e purché tale variazione sia possibile e non implichi la costruzione di un nuovo contratto, il Viaggiatore dovrà pagare all’Organizzatore tutte le spese amministrative e operative nonché qualsiasi costo derivante da tale modifica.

5 Variazioni del prezzo

5.1. Il prezzo del pacchetto può essere aumentato solo se aumentano i costi specifici (a titolo esemplificativo e non esaustivo: prezzo del carburante, prezzo di pedaggi) e se espressamente previsto nel contratto e, comunque, non oltre 20 giorni dall’inizio del tour previsto dal pacchetto.

5.2. Indipendentemente dalla sua entità, un aumento del prezzo sarà possibile solo se l’Organizzatore ne informa il Viaggiatore in modo chiaro e comprensibile con una giustificazione di tale aumento e un calcolo, su un supporto durevole al più tardi 20 giorni prima dell’inizio del pacchetto, e a condizione che l’aumento non superi l’8% (otto) del prezzo del pacchetto turistico, o si applicherà la seguente clausola.

5.3. In caso di riduzione del prezzo, l’Organizzatore ha il diritto di trattenere spese amministrative relative alla riduzione del prezzo, con dettagli da fornire su richiesta del Viaggiatore.

6 Termini per modifiche o cancellazioni prima della partenza

6.1 Ai sensi dell’articolo 39 del contratto turistico, l’Organizzatore ha il diritto di modificare le condizioni del pacchetto solo se questo non influisce sul prezzo, questo diritto di modifica è chiaramente comunicato nel contratto originale e solo se la modifica è irrilevante. Eventuali modifiche devono essere comunicate al Viaggiatore in modo chiaro e comprensibile su supporto durevole.

6.2. Se, prima dell’inizio del pacchetto, l’Organizzatore è: – costretto a modificare in modo significativo una qualsiasi delle principali caratteristiche dei servizi di viaggio di cui all’art. 34, comma 1.a del Codice del Turismo, ovvero – non può adempiere alle specifiche richieste di cui all’art. 36, comma 5a, o – deve aumentare il prezzo del pacchetto di oltre l’8% ai sensi dell’articolo 39, comma 3 del Codice del Turismo, il Viaggiatore può, entro un termine ragionevole specificato dall’Organizzatore:

  1. a) accettare la modifica proposta;
  2. b) risolvere il contratto senza pagare una penale.

6.3 L’Organizzatore informerà senza indebito ritardo il Viaggiatore in modo chiaro e comprensibile su un supporto durevole di:

  1. a) modifiche proposte e, se del caso, il loro impatto sul prezzo del pacchetto;
  2. b) un periodo ragionevole entro il quale il Viaggiatore deve informare l’Organizzatore della propria decisione;
  3. c) le conseguenze della mancata risposta del Viaggiatore entro il termine di cui al punto b), in conformità alla legislazione nazionale applicabile; e
  4. d) ove applicabile, il pacchetto sostitutivo offerto e il relativo prezzo.

6.4 Qualora le modifiche al contratto di pacchetto turistico o al pacchetto sostitutivo proposto dall’Organizzatore comportino un pacchetto di qualità o costo inferiore, il Viaggiatore avrà diritto a un’adeguata riduzione del prezzo.

6.5 Se il contratto di pacchetto turistico viene risolto ai sensi del punto b) del primo comma del paragrafo 6.2 del presente articolo, e il Viaggiatore non accetta un pacchetto sostitutivo, l’Organizzatore rimborserà tutti i pagamenti effettuati da o per conto del ritardo ai sensi dell’articolo 43, paragrafi 2, 3, 4, 5, 6, 7 e 8 del codice del turismo.

6.6 L’Organizzatore può risolvere il contratto di pacchetto turistico e fornire al Viaggiatore un rimborso completo di qualsiasi pagamento effettuato per il pacchetto, ma non sarà responsabile per un risarcimento aggiuntivo, se:

  1. a) il numero di persone iscritte al pacchetto è inferiore al numero minimo stabilito nel contratto e l’Organizzatore notifica al Viaggiatore la risoluzione del contratto entro il periodo fissato nel contratto, ma non oltre 20 giorni prima dell’inizio del il pacchetto nel caso di viaggi di durata superiore a sei giorni; sette giorni prima dell’inizio del pacchetto nel caso di viaggi di durata compresa tra due e sei giorni; e 48 ore prima dell’inizio del pacchetto nel caso di viaggi di durata inferiore a due giorni;
  2. b) All’Organizzatore è impedito di eseguire i servizi elencati nel contratto a causa di circostanze inevitabili e straordinarie (forza maggiore, avvisi di viaggio che mettono in guardia contro i viaggi verso le destinazioni elencate, ecc.) e notifica al Viaggiatore la risoluzione del contratto senza indebito ritardo prima del inizio del pacchetto.
7 Diritto di recesso del viaggiatore

7.1 Il Viaggiatore può risolvere il contratto di pacchetto turistico in qualsiasi momento prima dell’inizio del pacchetto, pagando la penale di cancellazione come chiaramente indicato nei Termini di cancellazione dell’Organizzatore di cui al precedente punto 2.2.

7.2 Se il Viaggiatore interrompe il viaggio senza ragionevoli motivi o giustificazioni sui servizi dell’Organizzatore, il Viaggiatore non ha diritto ad alcun rimborso, né ad essere assistito con eventuali costi associati che potrebbe sostenere.

7.3 Il Viaggiatore non avrà diritto ad alcun rimborso nel caso in cui i servizi prenotati vengano rifiutati dai fornitori per mancanza di documenti di identità / Visti in corso di validità.

7.4. La data di cancellazione sarà quella in cui l’Organizzatore riceverà la notifica scritta del Viaggiatore

7.5. Il Viaggiatore può eventualmente stipulare polizze assicurative di viaggio a copertura dei costi di recesso, o di assistenza, compreso il rimpatrio in caso di infortunio, malattia e morte come indicato al precedente punto 2.3;

7.6 Il Viaggiatore ha il diritto di recedere dal contratto di viaggio prima dell’inizio del viaggio senza pagare alcuna penale di cancellazione in caso di circostanze inevitabili e straordinarie che si verificano nel luogo di destinazione o nelle sue immediate vicinanze e che influenzano in modo significativo l’esecuzione dei servizi elencati in contratto di viaggio, o che incidono in modo significativo sul trasporto di passeggeri fino alla destinazione. In caso di risoluzione del contratto di pacchetto turistico ai sensi del presente paragrafo, il Viaggiatore avrà diritto a un rimborso completo di qualsiasi pagamento effettuato per il pacchetto, ma non avrà diritto a un risarcimento aggiuntivo.

7.7 L’Organizzatore si impegna a rimborsare qualsiasi importo ritenuto dallo stesso legittimo come sopra elencato senza indebito ritardo e non oltre 14 giorni dopo la cancellazione.

8 Limiti ed Esclusioni del rimborso

8.1 Il contratto di pacchetto turistico può prevedere limiti al risarcimento dovuto dall’Organizzatore, salvo danni personali ovvero danni causati intenzionalmente o per colpa, purché tale limitazione non sia inferiore al triplo del prezzo totale del pacchetto.

8.2 Il diritto al risarcimento dei danni personali deve essere esercitato entro 3 anni dal rientro del Viaggiatore al viaggio in questione.

8.3 Se il Viaggiatore interrompe il viaggio senza ragionevoli motivi o giustificazioni sui servizi dell’Organizzatore, il Viaggiatore non ha diritto ad alcun rimborso, né ad essere assistito con eventuali costi associati che potrebbe sostenere.

8.4 Il Viaggiatore non avrà diritto ad alcun rimborso nel caso in cui i servizi prenotati vengano rifiutati dai fornitori per mancanza di documenti di identità / Visti in corso di validità, o per altri motivi.

8.5 La data di cancellazione sarà quella in cui l’Organizzatore riceverà la notifica scritta del Viaggiatore

9 Leggi applicabili

9.1 la vendita di pacchetti turistici e relative modalità di viaggio è disciplinata dagli articoli 32-51 novies del cosiddetto “Codice del Turismo” ai sensi del Decreto Legislativo n. 79 del 23 maggio 2011, con modificazioni dal Decreto Legislativo 62/2018 in esecuzione del Decreto UE 2015/2302 e successive modifiche, nonché dal Codice Civile in materia di trasporto e mandato, ove applicabile.

10 Obblighi dei viaggiatori

10.1 Prima della sottoscrizione del contratto, i cittadini italiani vengono informati per iscritto sui requisiti di salute e sicurezza e sulla documentazione richiesta per i viaggi all’estero.

10.2 Per i viaggi di minori si rimanda al sito della Polizia di Stato. I minori devono avere un documento valido per viaggi all’estero (quindi un passaporto), o per i paesi dell’UE, un documento di identità nazionale valido per viaggi all’estero. I minori di 14 anni devono essere in possesso della necessaria autorizzazione al viaggio all’estero e dei documenti personali in corso di validità secondo quanto pubblicato sul sito della Polizia di Stato: http://www.poliziadistato.it/articolo/191/.

10.3 Viaggiatori non italiani: prima di prenotare qualsiasi servizio e prima della partenza è dovere del Viaggiatore verificare la sicurezza sanitaria/sociale/politica della destinazione e assicurarsi di essere a conoscenza di tutte le precauzioni sanitarie raccomandate e richieste in tempo utile prima della partenza, con le autorità. Per l’Italia, questo potrebbe significare il Ministero degli Affari Esteri tramite il sito web www.viaggiaresicuri.it o chiamando il +39 06.491115. Gli stranieri devono trovare da soli le loro autorità competenti. Il mancato completamento di questa ricerca individuale non comporterà alcuna responsabilità per le partenze mancate da parte di uno o più Viaggiatori.

10.4 I viaggiatori devono comunicare la propria nazionalità al momento della prenotazione. Inoltre, è responsabilità del Viaggiatore assicurarsi di essere in possesso di tutti i documenti di viaggio e sanitari necessari (come passaporto, visti, certificati di vaccinazione o sanitari, assicurazioni personali, ecc.). I viaggiatori devono anche accertare l’aspetto sanitario / sociale / politico della destinazione prima della partenza.

10.5 Tali informazioni non sono contenute in cataloghi, programmi o siti web degli Organizzatori, che contengono solo informazioni generali e non sono soggette a modifiche sensibili al fattore tempo. Questa informazione è invece dovere del Viaggiatore. Il Viaggiatore deve osservare le disposizioni amministrative e legislative della Destinazione, nonché le informazioni fornite dall’Organizzatore e le normative relative al pacchetto turistico. Inoltre, il Viaggiatore è tenuto a seguire rigorosamente le normali regole di sicurezza e diligenza.

10.6 L’Organizzatore non sarà responsabile per eventuali conseguenze o servizi non resi, derivanti da documenti personali mancanti o non validi, e sarà risarcito dal Viaggiatore per eventuali danni o spese derivanti dalla mancata osservanza delle clausole di cui al presente articolo. Il Viaggiatore è responsabile per eventuali danni da lui causati e deve indennizzare l’Organizzatore, i fornitori di servizi o qualsiasi altra terza parte coinvolta nel danno.

10.7 Se l’Organizzatore ha rimborsato un Viaggiatore, questi può essere un surrogato, entro l’importo del rimborso, in tutte le azioni e diritti nei confronti di terzi; Il Viaggiatore deve fornire all’Organizzatore ogni documento, informazione o elemento utile, che possa servire per esercitare i diritti di quest’ultimo nei confronti dei terzi responsabili del danno.

10.8 Se al momento della prenotazione la destinazione si traduce in un pericolo per motivi di sicurezza o è soggetta a qualsiasi avviso contrario come indicato dalle autorità, ma il Viaggiatore prenota comunque, il Viaggiatore che annulla in una fase successiva non avrà diritto ad alcun rimborso.

10.9 Se, a ragionevole opinione dell’Organizzatore o dell’opinione di un direttore d’albergo, accompagnatore turistico o altra persona autorizzata, il comportamento del Viaggiatore sta causando o potrebbe causare pericolo, turbamento o danno alla proprietà o sta costantemente influenzando il godimento degli altri, l’Organizzatore si riserva il diritto di interrompere la vacanza del Viaggiatore. Quando si partecipa ad attività sportive, l’Organizzatore/operatore/guida o qualsiasi altra persona responsabile per l’Organizzatore può richiedere al Viaggiatore di dimostrare abilità e si riserva il diritto di rifiutare la partecipazione del Viaggiatore per qualsiasi motivo se l’Organizzatore ritiene che ciò possa compromettere il Viaggiatore o altro relativamente alla sicurezza degli ospiti. Ciò può includere anche il mancato utilizzo dell’attrezzatura adeguata all’attività prenotata.

11.10 In caso di disabilità, il Viaggiatore dovrà assicurarsi con l’Organizzatore che il viaggio ei servizi siano adatti alle sue esigenze personali prima di prenotare qualsiasi servizio.

11.11 Laddove una richiesta speciale (ad es. dieta, posizione o tipo di camera, tipo di hotel, ecc.) è un fattore importante nella scelta della vacanza da parte del Viaggiatore, questa deve essere comunicata all’Organizzatore al momento della prenotazione. La fornitura di qualsiasi richiesta speciale non costituisce un termine di contratto con l’Organizzatore, salvo espressa riconferma dall’Organizzatore e inclusa nel contratto.

11.12. È responsabilità del viaggiatore prendersi cura della sua proprietà in ogni momento e assicurarsi che sia adeguatamente coperto da un’assicurazione completa.

11.13 Il Viaggiatore dovrà tempestivamente informare l’Organizzatore o il Venditore di qualsiasi aspetto del contratto o dei servizi entro i quali risultino inadempienti, che possano pregiudicare il corretto godimento dei servizi prenotati, di cui alla successiva clausola n.. Ciò può includere anche un avviso tempestivo all’Organizzatore se i Viaggiatori ritengono che le biciclette non siano in perfette condizioni di lavoro.

12 Responsabilità dell’Organizzatore

12.1 L’Organizzatore è responsabile dell’esecuzione di tutti i servizi turistici elencati nel contratto turistico, indipendentemente dal fatto che siano forniti direttamente, o forniti da fornitori terzi, ai sensi dell’art. 1228 del codice civile.

12.2 Il Viaggiatore deve informare senza ingiustificato ritardo l’Organizzatore, tenuto conto delle circostanze del caso, di qualsiasi difetto di conformità che percepisca durante l’esecuzione di un servizio turistico incluso nel contratto di pacchetto turistico (art. 1175, 1375 Civile). Codice).

12.3 Se uno qualsiasi dei servizi di viaggio non viene eseguito in conformità con il contratto di pacchetto turistico, l’Organizzatore pone rimedio al difetto di conformità, a meno che ciò non sia impossibile o comporti costi sproporzionati, tenendo conto dell’entità del difetto di conformità e del valore dei servizi di viaggio interessati. Se l’Organizzatore non pone rimedio al difetto di conformità, si applica l’articolo 43 C.T..

12.4 Qualora l’Organizzatore non pone rimedio al difetto di conformità (cfr punti 5 e 6) entro un termine ragionevole stabilito dal Viaggiatore in relazione alle caratteristiche e alla durata del pacchetto turistico, il Viaggiatore può farlo lui stesso e richiedere il rimborso delle spese necessarie, purché siano ragionevoli e documentati. Non sarà necessario che il Viaggiatore specifichi un termine se l’Organizzatore rifiuta di rimediare al difetto di conformità o se è evidentemente necessario un rimedio immediato.

12.5 Qualora una parte significativa dei servizi di viaggio (di cui all’art. 1455 c.c.) non può essere fornita come pattuito nel contratto di pacchetto turistico e qualora l’Organizzatore non abbia proposto alcun rimedio entro un termine ragionevole fissato dal Viaggiatore, e in base al tipo e alla durata del pacchetto, e a condizione di quanto previsto al precedente punto 12.4: il Viaggiatore può recedere dal contratto, oppure chiedere una riduzione del prezzo ai sensi dell’articolo 43 del Codice del Turismo. Se il Pacchetto include il trasporto, l’Organizzatore fornirà il reso con mezzo di trasporto equivalente senza alcun costo aggiuntivo per il Viaggiatore.

12.6 Fintantoché è impossibile garantire il ritorno del Viaggiatore come concordato nel contratto di pacchetto turistico a causa di circostanze inevitabili e straordinarie, l’Organizzatore sosterrà il costo dell’alloggio necessario, se possibile di categoria equivalente, per un periodo non superiore a tre notti per Viaggiatore. Laddove sono previsti periodi più lunghi nella legislazione dell’Unione europea sui diritti dei passeggeri applicabile al mezzo di trasporto pertinente per il ritorno del Viaggiatore, si applicheranno tali periodi.

12.7 La limitazione dei costi di cui al precedente articolo 12.6 non si applica alle persone a mobilità ridotta, come definite nella lettera a) dell’articolo 2 del regolamento (CE) n. 1107/2006, e alle persone che le accompagnano, alle donne in gravidanza e non accompagnate minori, nonché persone bisognose di assistenza medica specifica, purché l’Organizzatore sia stato informato delle loro particolari esigenze almeno 48 ore prima dell’inizio del pacchetto.

12.8 Se, per qualsiasi motivo durante il viaggio, ad eccezione del caso in cui il Viaggiatore viene ritenuto in colpa, l’Organizzatore non è in grado di adempiere una parte essenziale dei servizi stabiliti nel contratto, l’Organizzatore intraprenderà tutte le azioni necessarie per fornire un’alternativa adeguata di qualità uguale o superiore a quelle originariamente prenotate in modo da garantire la regolare prosecuzione del viaggio senza costi aggiuntivi per il Viaggiatore. Se l’alternativa è ritenuta di qualità inferiore a quelle originali, l’Organizzatore concederà al Viaggiatore un rimborso corrispondente.

12.9 Il Viaggiatore può rifiutarsi di accettare la / e soluzione / e alternativa / e proposta / e dall’Organizzatore solo se non compatibili con il contratto o se la riduzione del prezzo risulti inadeguata.

12.10 Se non è possibile trovare soluzioni alternative o il Viaggiatore rifiuta le soluzioni alternative proposte, al Viaggiatore sarà concesso un rimborso.

13 Garanzie al viaggiatore

13.1 l’Organizzatore è coperti da polizze assicurative di Responsabilità Civile contro i danni derivanti dalle loro obbligazioni contrattuali. In conformità al presente articolo H&B dichiara di avere sottoscritto e pertanto di essere coperta da un’assicurazione per Responsabilità Civile verso Terzi stipulata con Vittoria  Assicurazioni S.p.A., polizza numero 767.014.0000902102

  14 Protezione dei dati

14.1 Il presente contratto è regolato dal GDPR (General Data Protection Regulation) entrato in vigore il 25 maggio 2018. Le regole complete del GDPR sono fornite al Viaggiatore separatamente (All. 1)

15 Foro competente

15.1 Il presente contratto è regolato esclusivamente dalla Legge italiana.

15.2 Qualsiasi controversia, reclamo o altra questione di qualsiasi natura sarà trattata dal Tribunale di Como.

15.3 Comunicazione Obbligatoria ex art. 17 della legge n. 38/2006 Eventuali reati legati alla prostituzione e alla pornografia minorile sono punibili dalla legge italiana con la reclusione.

16 Procedure alternative di risoluzione delle controversie (art. 36, comma 5, lettera g del Codice del Turismo)

L’Organizzatore informerà il Viaggiatore in merito alle procedure e modalità di reclamo permanente relative alla Risoluzione Alternativa delle Controversie (ADR) ai sensi del Decreto Legislativo 6/9/2005, n.206 e del Regolamento (UE) n. 524/2013[1].

Letto e confermato

[1] Per maggiori informazioni sui diritti fondamentali del viaggiatore acquirente di pacchetti di viaggio (come definito dall’art. 33, comma 1, lett. g del Codice Turismo) consultare il testo ai sensi della direttiva (UE) 2015/2302, e del D.lgs. 21.5.2018, n. 62 di recepimento, pubblicato sul sito www.fiavet.it (sezione documenti) oppure sul sito www.assoviaggi.it sezione “documentazione/normativa di settore” oltre che sul sito www.enac.gov.it sezione “i diritti dei passeggeri”.